Roma in un Click

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 27 Giugno 2017

A+ A A-

Pavic, la risposta è nel rock

Vota questo articolo
(2 Voti)

Il primo aspetto che colpisce ascoltando Is war the answer?, il nuovo album dei Pavicè l'alta qualità del prodotto. Non ce ne vogliano i puristi della musica di casa nostra, ma il quintetto capitolino sembra provenire direttamente da Los Angeles, visto il suo "taglio" internazionale. 

Anche per questo la band è stata accostata a nomi del calibro di Nickelback e Shinedown, aumentando le aspettative nei loro confronti. Ma Joe Calabro (voce), Marko Pavic (chitarra), Aleks Ferrara (basso), Lorenzo Antonelli (tastiere) e Antonio Aronne (batteria) hanno le spalle larghe. Venerdì 31 gennaio i Pavic saranno in concerto al Jailbreak live club. Li abbiamo intercettati durante le prove per fare quattro chiacchiere con loro.

Ciao ragazzi! Partiamo dal titolo dell'album: Is war the answer? Come nasce? 

Joe: «Questo titolo nasce dalla nostra esigenza di cambiamento, dalla necessità di crescere imparando dagli errori per evolverci in qualcosa di migliore. Porsi una domanda significa riflettere sulla risposta ed è per questo che abbiamo scelto una domanda come titolo. Speriamo che sia uno spunto di riflessione per le persone, che la gente arrivi a comprendere che non c'è né coraggio né romanticismo nell'uccidere qualcuno, mascherando quelli che sono unicamente interessi economici per esportazione della democrazia».

C'è un filo conduttore che lega le dieci canzoni presenti nel disco?

Joe: «In realtà non c'è un vero e proprio filo conduttore, ma di base questo disco si può definire una incitazione al cambiamento e al miglioramento. Un invito a non restare nell'immobilità e nella paura, ma a prendere in mano la propria vita per acquisire consapevolezza di chi siamo e di cosa vogliamo davvero».

Come nascono i vostri brani? Che tipo di lavoro c'è dietro ad ogni traccia?

Marko: «Io scrivo in continuazione, buttando giù idee e riff. Alcuni di questi si sviluppano subito in un'intera canzone, altri diventano spunti per ulteriori elaborazioni. Una volta pronta la struttura musicale del brano ci si confronta sull'arrangiamento, sui suoni e su tutto il resto. Joe, invece, ha il compito di lavorare sulle melodie e sul testo». 

Lorenzo: «Ogni brano ha una storia a parte, non c'è un metodo di composizione preciso che seguiamo ogni volta. Song for the rain, ad esempio, è stata composta da Joe e poi arrangiata in sala con il resto della band; al contrario, ci sono brani come Welcome to my world o Free fall, per i quali siamo partiti da un riff, un'idea di uno di noi e sul quale abbiamo lavorato insieme per creare la song. Infine ci sono brani creati quasi interamente in studio come Your own misery o Once again; questo ci succede quando il processo creativo va "più veloce" di noi stessi. In pratica, non facciamo neanche in tempo a riunirci per provare il brano che questo è già stato pensato, scritto e arrangiato!».

Avete accennato al brano Song for the rain, il cui video (clicca qui) ha un forte risvolto sociale...

Joe: «Song for the rain è un pezzo che ho scritto da una parte, come invito a non arrendersi mai e dall'altra, a trovare la forza di tendere la mano a chi ne ha bisogno. Per me nella vita siamo quello che diamo e non quello che abbiamo, e credo che dovremmo ricordarcelo più spesso. Scrivere questo pezzo ha avuto per me una spesa emotiva molto forte e quando abbiamo girato il video, abbiamo vissuto dei momenti davvero toccanti. Vedere persone che hanno perso tutto trovare ancora la voglia di sorridere, è una lezione di vita indimenticabile. Se le persone spendessero più tempo in attività di volontariato come queste (come noi facciamo tutt'ora come ospiti dei City Angels), tornerebbero a casa più ricche e guarderebbero ai loro problemi con occhi diversi».

Torniamo all'aspetto compositivo. Come mai la scelta di cantare in inglese?

Joe: «Perché ci riteniamo una band internazionale e vorremmo lavorare anche oltre confine. L'inglese è la lingua comune e rende senz'altro più facile raggiungere un immenso numero di persone contemporaneamente». 

Marko: «La lingua inglese ha un'altra sonorità, che personalmente, per questo tipo di musica, penso sia più adatta. Venendo da un background musicale come il nostro, non si è mai posto il dubbio su questo!». 

Dunque in termini di background musicale, quali sono i gruppi che vi hanno maggiormente ispirato? 

Marko: «Io sono cresciuto ascoltando Deep Purple, Rainbow, Europe, Metallica, ma adoro ascoltare tante cose diverse. Uno dei miei gruppi preferiti al momento sono gli Stone Sour».

Joe: «Per quanto mi riguarda cito Pearl Jam, Alice in Chains, Soundgarden, Stone Sour, Sixx: A.M., Alterbridge, Breaking Benjamin, Chevelle, Three Days Grace».

Lorenzo: «In qualche recensione ci hanno paragonato a Nickelback o Shinedown. Al di là del fatto che fa enormemente piacere essere accostati a band di questo livello, mi piace pensare che i Pavic abbiano un loro stile, indipendente da band del nostro stesso genere. Ognuno di noi ha background musicali differente e questo disco rappresenta il perfetto punto d'incontro tra i nostri gusti musicali».

Venerdì 31 gennaio suonerete al Jailbreak live club. Cosa deve aspettarsi il pubblico? 

Joe: «Un terremoto! Lanceremo questo disco, con tutta la carica emotiva di cui siamo capaci e siamo intenzionati a far crollare - in senso positivo - il Jailbreak!».

Marko: «Questa serata sarà la prima vera occasione di suonare i brani del nuovo disco Is war the answer?. Siamo molto concentrati ed entusiasti perché vogliamo dare il massimo. Divertire e divertirci!».

 

Info: www.pavictheband.com www.facebook.com/pavictheband

Lascia un commento

I campi contrassegnati con il simbolo (*) sono obbligatori. Codice HTML base è permesso.

Dire - news regionali

Romainunclick, testata telematica registrata presso il tribunale di Roma n. 21 del 17/02/2015. Proprietario: Associazione Ma.Ma Roma. Direttore responsabile Manuela Boggia. La firma degli articoli non dà diritto ad alcuna remunerazione, né vincola a qualsiasi rapporto di prestazione giornalistica che non sia espressamente regolamentato da apposito contratto. I materiali inviati non verranno restituiti. Alcune delle immagini riprodotte o rielaborate per la pubblicazione sono reperite in internet; qualora la loro presenza su questo sito violasse eventuali diritti d’autore, verranno rimosse su richiesta dell'autore o eventuale detentore dei diritti di riproduzione. La redazione si riserva la facoltà di modificare, secondo le esigenze e senza alterarne la sostanza, gli scritti a sua disposizione. Le opinioni espresse nei commenti non implicano alcuna responsabilità da parte della testata.

Tutti i banner presenti su Romainunclick sono frutto di un accordo di scambio gratuito di visibilità

Privacy Policy

Web Agency Roma | WIDU

Continuando la navigazione su questo sito, si accetta l'utilizzo dei cookie.

I cookie sono utilizzati per ottenere analisi Web e dati relativi al traffico e al comportamento di navigazione degli utenti, individuare offerte e servizi personalizzati in base agli interessi degli utenti, condividere dati o reindirizzare gli utenti da siti Web di terze parti. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa sull'uso dei cookie aggiornata al 29/05/2015

Questa informativa sull'utilizzo dei cookie sul sito web www.romainunclick.it è resa all'utente in attuazione del provvedimento del Garante per la protezione dei dati personali dell'8 maggio 2014 "Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie" e nel rispetto dell'art. 13 del Codice privacy (D.Lgs. n. 196/2003).

L'informativa è predisposta e aggiornata da Manuela Boggia, gestore del sito web edito dall’Associazione Ma.Ma Roma e Titolare del trattamento di dati personali a esso connesso, con sede in via San Bartolomeo 7/E, 03012 Anagni (FR) tel. 333.5314696 email redazione@romainunclick.it Ogni ulteriore richiesta circa l'utilizzo dei cookie nel presente sito web può essere inviata all' indirizzo email redazione@romainunclick.it

Puoi utilizzare lo stesso indirizzo per esercitare in qualsiasi momento i diritti che il Codice ti attribuisce in qualità di interessato (art. 7 e ss D.Lgs. 30 giugno 2003, n. 196: ad esempio, accesso, cancellazione, aggiornamento, rettificazione, integrazione, ecc.), nonché per chiedere l'elenco aggiornato dei Responsabili del trattamento eventualmente designati.

I tuoi dati personali sono trattati in ogni caso da specifici incaricati della nostra agenzia/ditta/impresa/azienda, e non sono comunicati né diffusi.

CHE COSA SONO I COOKIE?

I cookie sono stringhe di testo di piccola dimensione che un sito web può inviare, durante la navigazione, al tuo dispositivo (sia esso un pc, un notebook, uno smartphone, un tablet; di norma sono conservati direttamente sul browser utilizzato per la navigazione). Lo stesso sito web che li ha trasmessi, poi può leggere e registrare i cookie che si trovano sullo stesso dispositivo per ottenere informazioni di vario tipo. Quali? Per ogni tipo di cookie c'è un ruolo ben definito.

QUANTI TIPI DI COOKIE ESISTONO?

Esistono due macro-categorie fondamentali, con caratteristiche diverse: cookie tecnici e cookie di profilazione

I cookie tecnici sono generalmente necessari per il corretto funzionamento del sito web e per permettere la navigazione; senza di essi potresti non essere in grado di visualizzare correttamente le pagine oppure di utilizzare alcuni servizi. Per esempio, un cookie tecnico è indispensabile per mantenere l'utente collegato durante tutta la visita a un sito web, oppure per memorizzare le impostazioni della lingua, della visualizzazione, e così via.
I cookie tecnici possono essere ulteriormente distinti in:

I cookie di profilazione sono più sofisticati! Questi cookie hanno il compito di profilare l'utente e vengono utilizzati al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dallo stesso durante la sua navigazione.

I cookie possono, ancora, essere classificati come:

QUALI COOKIE UTILIZZA QUESTO SITO?

Utilizziamo cookie tecnici, finalizzati a garantire il corretto funzionamento del nostro sito, senza dei quali la tua esperienza di navigazione non sarebbe gradevole.
Per migliorare il nostro sito e comprendere quali parti o elementi siano maggiormente apprezzati dagli utenti utilizziamo anche, come strumento di analisi anonima e aggregata, un cookie di terza parte, ossia Google Analytics. Questo cookie non è uno strumento di nostra titolarità, per maggiori informazioni, pertanto, è possibile consultare l'informativa fornita da Google al seguente indirizzo: http://www.google.it/policies/privacy/partners/

Se preferisci che Google Analytics non utilizzi i dati raccolti in nessun modo puoi:

I cookie tecnici e gli analytics sono gli unici cookie che usiamo per rendere la tua navigazione piacevole. Non utilizziamo invece cookie di profilazione.

QUALI COOKIE SPECIFICI USIAMO?

In questo sito utilizziamo i seguenti cookie tecnici di prima parte

Nome

Durata

Scopo

Descrizione

Strettamente necessari

1 anno

Sessione utente, scelta delle preferenze

Gestione e manutenzione degli accessi della sessione utente, personalizzazione della navigazione e bilanciamento del carico.

Consenso Cookies

1 anno

Scelta del consenso

Registra le scelte effettuate sul dispositivo e impedisce la visualizzazione del banner alle visite successive

Usiamo anche i seguenti cookie analitici

Nome

Dominio

Durata

Descrizione

Link informativa e opt-out

_gat

.___.___

2 anni

Cookie utilizzati da Google Analytcs per analizzare le statistiche di navigazione

Informativa,
Opt-out