Home Notizie Roma Lido: treni ogni 40 minuti. Venerdì da incubo

Roma Lido: treni ogni 40 minuti. Venerdì da incubo

201

La corsa per Porta San Paolo partirà alle 8:08″. Poi spostata alle 8:13, quindi alle 8:28 e passata infine alle 8:40, nonostante gli annunci dell’altoparlante in stazione. Ben 40 minuti di differenza dalla corsa precedente, quella delle 8 circa.  Quel circa che, secondo i parametri Atac, è variabile e spesso significa lunghe attese, corse accorpate e banchine piene. È l’ennesima fotografia di una mattinata da incubo per i pendolari della Roma Lido che, complice il blocco del traffico, in questi giorni è più affollata che mai. E la sfortuna, quella di un venerdì 17, non c’entra.

E così, chi da Ostia deve raggiungere Roma per arrivare al posto di lavoro, un Università o ad una visita medica deve far i conti con i disservizi cronici di una tratta sempre più abbandonata. “È dalle 7:58 che sono qui a Lido Nord, al freddo. Devo andare al policlinico per una visita prenotata da mesi e sicuramente salterà”, racconta la signora Angela, 77 anni, che si rannicchia sulla panchina per cercare un po’ di tepore.

“È drammatica stamattina. Senti il capo, digli che tardo”, Alessia invece al telefono parla con un collega di lavoro sperando nella clemenza di un suo superiore.

“Così ci fanno licenziare tutti e c’è il blocco del traffico”, dice un altro utente infreddolito sulla banchina mentre altri fanno i conti con le rimodulazioni come se stessero risolvendo una equazione algebrica. Alle 8:40 il treno, finalmente, passa. Ovviamente stracolmo. Già ad Acilia, chi ha atteso la corsa sulla banchina per oltre 40 minuti, non riesce più ad entrare restando, quindi, al palo prolungando la propria attesa.

Non è la prima volta che si verificano questi problemi sulla Roma Lido. Solo poche settimane fa il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti aveva annunciato stanziati fondi per migliorare la tratta. Per ora, però, sono solo annunci come quelli degli altoparlanti nelle stazioni.

Fonte: RomaToday