Home Notizie Decreto Coronavirus, dal writer in azione all’uomo sorpreso ad andare al centro...

Decreto Coronavirus, dal writer in azione all’uomo sorpreso ad andare al centro scommesse

151

Nel pomeriggio di ieri, un ragazzo romano di 20 anni è stato denunciato a piede libero dai Carabinieri della Stazione Nuovo Salario per inosservanza dei provvedimenti dell’Autorità e per imbrattamento delle cose altrui.

Il giovane writer, non solo si era allontanato dalla sua residenza in assenza dei comprovati motivi ammessi dal D.P.C.M. – provvedimento emesso dal Governo per tentare di arginare il propagarsi del contagio da virus Covid-19 – ma è stato anche sorpreso a scrivere graffiti e tag sulle mura perimetrali di alcuni palazzi della zona, motivo per cui è scattata la seconda denuncia.

I Carabinieri della Compagnia piazza Dante, hanno invece arrestato un ragazzo romano di 22 anni con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Il ragazzo, residente a Guidonia, è stato sorpreso in via Tor dé Schiavi a bordo di un’auto mentre stava spacciando.

Nei suoi confronti è scattata anche la denuncia a piede libero per l’inosservanza dei provvedimenti del Governo. Poco dopo, i militari hanno controllato un romeno di 46 anni che stava camminando in piazza Sante Bargellini, zona Casal Bruciato.

Ai militari, l’uomo ha riferito di essere uscito di casa per recarsi ad un vicino centro scommesse, ovviamente chiuso e si è procurato la denuncia a piede libero.

Sempre per mancanza di una motivazione valida che comprovasse gli spostamenti, gli agenti della Polizia Locale di Roma Capitale hanno invece proceduto anche nei confronti di due uomini fermati in prossimità dell’accesso al campo nomadi di via Candoni. Tra i casi irregolari riscontrati anche un ristoratore, denunciato per essere stato sorpreso a servire i pasti ad alcuni clienti  seduti al tavolo.

Fonte: RomaToday