Home Traslochi Traslochi Roma

Traslochi Roma

83
Traslochi Roma
Traslochi Roma

Come progettare un trasloco nella capitale: le 3 cose da sapere

Traslocare è già di per sé un’attività stressante ed impegnativa, farlo in una big city come Roma lo è ancora di più. In questa città, infatti, il traffico, le zone con circolazione limitata, le vie strette non aiutano di certo. Quando si progetta e ci si organizza, quindi, per un trasloco a Roma non lo si può fare come lo si farebbe in qualunque altra città, ci vuole più attenzione, una strategia ben precisa e il giusto partner che ci aiuti a portare a termine il nostro lavoro in tempi rapidi, precisi e senza contravvenire alla legge stradale.

Come fare? Come rendere un trasloco nella Capitale senza stress? Ecco come muoversi in 3 passi.

Cerca il partner giusto per il tuo trasloco

Traslochi Roma
Traslochi Roma

La prima cosa da fare è quella di contattare una buona ditta di traslochi che sia specializzata magari proprio sui traslochi Roma. Normalmente è possibile richiedere all’azienda un preventivo e/o un sopralluogo per una quotazione precisa. È importante in questa fase comunicare tutto quanto può essere utile alla ditta: se per caso ci sono mobili o oggetti particolari, molto pesanti o delicati; se ci sono animali; se vi sono condizioni che potrebbero complicare il trasloco.

Una volta valutato il preventivo è bene prendere appuntamento con anticipo in modo da avere il tempo di organizzarsi al meglio e non arrivare al giorno fissato senza essere pronti su tutti i fronti. Nel valutare un preventivo è importante non soffermarsi solo sul prezzo, ma va stimata la serietà dell’azienda di traslochi e la sua efficienza.

Se si spende meno ma il trasloco è mal fatto è facile capire che non va affatto bene. Una buona ditta si occupa di muovere gli arredi, ma anche eventualmente di smontare e rimontare, di richiedere le autorizzazioni necessarie e di fare tutto ciò che è utile per fare le cose bene e in tempi rapidi.

Procurati il materiale d’imballaggio

Cartoni, scotch, carta di giornale e tutto quanto può servire per imballare arredi e oggetti dovrà essere procurato per tempo e in quantità abbondante. Di solito questi materiali si possono trovare anche nei supermercati essendo per questi punti vendita cose di scarto da smaltire. Le scatole saranno utili per metterci tutti gli oggetti più piccoli e quelli delicati ben avvolti nella carta.

Con lo scotch si chiuderanno le scatole e con un bel pennarello è bene indicare il contenuto o la stanza di destinazione nella nuova casa. In questo modo chi si occupa del trasloco posizionerà già le scatole nel giusto ambiente, facilitando poi il riordino. I mobili vanno imballati se delicati e vanno ben conservati eventuali viti e bulloni occorrenti per rimontarli com’erano. Con lo scotch si consiglia di bloccare ante e cassetti per evitare si spalanchino nel momento sbagliato.

Traslochi? Allora è tempo di pulizie!

In ogni casa ci sono oggetti e arredi che di fatto non servono a nulla ma che per qualche motivo si continuano a conservare, facendo polvere e sprecando spazio inutilmente. Il trasloco è l’occasione giusta per liberarsi di queste cose: se non si utilizzano da anni e non fanno che accumulare polvere, allora di certo non diventeranno utili nella nuova casa. Liberatevene! Regalateli! Vendeteli! Nella nuova casa avrete tutto il tempo di accumularne di altri, nel frattempo vale davvero la pena fare un po’ di selezione e pulizia.