Home Notizie Albero di Natale, Spelacchio si riaccende in piazza Venezia

Albero di Natale, Spelacchio si riaccende in piazza Venezia

341

Si accendono le luci sul tradizionale albero di Natale allestito dal Campidoglio a Piazza Venezia, soprannominato da alcuni anni Spelacchio viste le vicissitudini dell’abete utilizzato nel 2017 e che in breve tempo perse tutti gli aghi. È alto 23 metri, addobbato con oltre 100mila luci a led e 800 sfere svetta sulla piazza regalando un suggestivo effetto scenografico. Poco distante, via del Corso si è illuminata da luminarie artistiche allestite da Acea, che contengono alcune citazioni di versi famosi di canzoni e stornelli romaneschi. A presentare l’iniziativa con un breve cerimonia in Campidoglio il sindaco Virginia Raggi e la presidente di Acea, Michela Castelli.

Nonostante l’emergenza Covid da oggi fino al giorno dell’Epifania il Comune ha comunque allestito luminarie, giochi di luce, proiezioni di video-mapping, per diffondere l’atmosfera natalizia in città. Sempre con il contributo di Acea oggi è partito a piazza Navona lo spettacolo di light show con le tre fontane monumentali che illuminate di blu, mentre sulla Fontana dei Quattro Fiumi apparirà una proiezione in video-mapping.

“Per noi romani l’8 dicembre è sempre un appuntamento molto sentito, si accompagna il Papa a piazza di Spagna mentre rende omaggio all’Immacolata. Quest’anno facciamo una celebrazione diversa ma non dobbiamo rinunciare alle nostre tradizioni, soprattutto per i bambini che tanto hanno sofferto per le privazioni durante la pandemia”, ha detto aggi. Che poi ha aggiunto: “Sicuramente lo Spelacchio che abbiamo conosciuto qualche anno fa era un albero un po’ spoglio, c’è stata una presa in giro. Eppure questo albero tanto denigrato ha iniziato a conquistare simpatie, le persone gli portavano dei bigliettini, dal quel momento è rinato. Spelacchio è un po’ la metafora di questa città che ha avuto tanti problemi, è stata attaccata e derisa e invece sta rinascendo in tutta la sua bellezza. E così questa amministrazione”.

Fonte: Roma la Repubblica.it