Home 3834 tartarughe caretta caretta al circeo

3834 tartarughe caretta caretta al circeo

A+
A
A-


Tartarughe Caretta caretta al Circeo

Vota questo articolo

(0 Voti)

Salvati tre esemplari erano a rischio sopravvivenza

Sono stati trasportati e accompagnati dalla Forestale nelle acque trasparenti del parco del Circeo i tre esemplari Caretta caretta recuperati sulle coste tirreniche e curate nell’istituto Anton Dohrn di Napoli. Le tre tartarughe erano state ritrovate sulle coste della Campania e portate a Napoli per essere curate.

In particolare Dorothy, una giovane Caretta caretta recuperata a Terracina, e Groviglio, tratto in salvo a Torvaianica, erano stati entrambi feriti da lunghi ami e pezzi di lenza, utilizzati per la pesca al tonno, che avevano ingoiato. Poi O’Metro, arrivato a Napoli da Ponza, che rischiava l’amputazione della pinna anteriore destra perché rimasta incastrata in un cordame plastico.

“Erano tutti e tre a rischio sopravvivenza ma oggi- spiega la Forestale- hanno recuperato la piena funzionalità e sono pronti a tornare in mare. Operazione non semplice vista la mole dei tre esemplari”. Il Nucleo pronto intervento Forestale Tarta Lazio, rete regionale del Lazio per il recupero e rilascio a scopi scientifici, quindi, ha messo a disposizione la professionalità acquisita negli anni ed i mezzi della squadra nautica per prendere i tre esemplari da Napoli e portarli al largo della costa davanti a San Felice del Circeo, per permettere loro di riprendere un’esistenza libera nel contesto naturale.

Il rientro in mare delle tre tartarughe è stato anche l’occasione per restituire la libertà a un fenicottero, che sarà introdotto nel lago di Fogliano, ambiente totalmente compatibile con le necessità di questa specie, caratterizzato da acque basse dove possono trovare cibo filtrando l’habitat lacustre.

Lascia un commento

I campi contrassegnati con il simbolo (*) sono obbligatori. Codice HTML base è permesso.