4096 chagall love and life

A+
A
A-


Chagall, Love and Life

Vota questo articolo

(2 Voti)

Chagall, Love and Life al Chiostro del Bramante

Tornano a Roma le opere di uno degli artisti più amati e poliedrici del Novecento, Marc Chagall, protagonista della mostra Chagall. Love and Life al Chiostro del Bramante.

L’esposizione curata da Ronit Sorek ospita disegni, olii, gouache, litografie, acqueforti e acquerelli, tutti prestati dall’Israel Museum di Gerusalemme, che restituiscono la visione di vita, dell’amore, della religiosità di un grande maestro delle Avanguardie. Il percorso, suddiviso in 8 sale tematiche, racconta di uno Chagall fortemente legato alla sua terra natia, alle sue radici ebraiche, capace allo stesso tempo di farsi trascinare anche dall’arte occidentale dei primi del ‘900. Come ricorda il titolo della mostra, l’amore e la vita sono le due tematiche lungo le quali si snocciola l’iter artistico di Chagall: l’amore è rappresentato soprattutto dai disegni, le acqueforti, le illustrazioni che si ispirano, e talvolta ritraggono, l’amatissima moglie Bella, oppure attraverso i ritratti di amici vicini all’artista, o ancora rappresentazioni più platoniche dell’amore come concetto e soprattutto come dono divino (Gli amanti, 1937).

Bellissime sono, ad esempio, le illustrazioni realizzate dall’artista per i libri della moglie Burning Lights e First Encouter. La vita, invece, è rappresentata dagli affetti vicini all’artista: la famiglia e gli amici, tutti ritratti con genuinità, delicatezza e soprattutto umanità. Dai ritratti si intuisce il candore e la tranquillità poetica con cui Chagall realizzava le sue opere, e a queste si aggiungono anche scene di vita quotidiane, paesaggi, raccontati con vitalità e delicatezza. La maggior parte del percorso espositivo regala dunque una carrellata di lavori grafici che ripercorrono i temi fondamentali della produzione chagalliana: abbiamo una serie di lavori che ricordano le radici nella natia Vitebsk (Bielorussia) descritta con amore e nostalgia nel ciclo Ma Vie (My life), per passare poi alle illustrazioni della Bibbia, tematica che ha sempre affascinato l’artista, portandolo ad indagare con i suoi colori e tratti il rapporto tra uomo e Dio attraverso la rappresentazione di cicli di incontri presi dalle Sacre Scritture. La mostra restituisce anche le abilità illustrative di uno Chagall “profano”, che disegnò e illustrò anche le favole di La Fontaine, di cui ritroviamo 18 splendide tavole tra acquerelli, acqueforti e gouache. In prossimità della fine del percorso espositivo troviamo anche un’idea-ricordo per i visitatori: è infatti allestita una sala dove su un classico sfondo chagalliano sono riprodotti dei magneti che il visitatore può spostare e comporre a suo piacimento, per comporre così un “proprio Chagall” e farsi immortalare in una foto ricordo. Un semplice e divertente espediente che consente ancora di più agli ospiti di immergersi nell’arte avanguardista, colorata, vitale e genuina di Chagall

 

Fino al 26 luglio

Chiostro del Bramante

Via Arco della Pace, 5 (clicca qui per vedere la mappa)

Tel. 06.68809035

Orario: dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 20, sabato e domenica dalle 10 alle 21

Biglietti: 13 euro intero, 11 euro ridotto

Info: www.chiostrodelbramante.it

Lascia un commento

I campi contrassegnati con il simbolo (*) sono obbligatori. Codice HTML base è permesso.