4264 via libera a cinque monumenti naturali

A+
A
A-


Via libera a cinque monumenti naturali

Vota questo articolo

(0 Voti)

C’è il sì della Commissione Ambiente

I Laghetti in Località Sembrera, nel comune di Monterotondo, la Scogliera cretacica fossile nel comune di Rocca di Cave (Roma), l’Area sorgiva del Monticchio nel comune di Sermoneta, le Superfici calcaree con impronte di dinosauri presso il sito denominato ex Cava Petrianni nel comune di Sezze (Latina) e la Balza di Seppie nel comune di Lubriano (Viterbo).

Sono questi i nuovi cinque monumenti naturali nel territorio della Regione Lazio istituiti con il via libera all’unanimità della Commissione Ambiente, lavori pubblici, mobilità, politiche della casa e urbanistica.

“Si tratta di un percorso intelligente e virtuoso con cui valorizzare le ricchezze naturali che il nostro territorio ci offre- ha detto l’assessore regionale all’Ambiente Mauro Buschini- L’istituzione di un monumento naturale non rappresenta solo un modo per dare la giusta visibilità alle bellezze naturali ma diventa anche uno strumento prezioso per attrarre investimenti e risorse su questi luoghi al fine di conservarli, valorizzarli, proteggerli e al contempo renderli ancora più fruibili e in tal modo attrarre turismo e opportunità di sviluppo molto spesso a favore dell’intera area in cui il monumento naturale ricade”.

I monumenti naturali vengono individuati all’interno di specifiche zone di particolare interesse ambientale, indicate dalla legge regionale n. 29 del 1997 “Norme in materia di aree naturali protette regionali” che costituisce la legge quadro in materia di conservazione del patrimonio naturale della Regione Lazio. Ad oggi il Lazio è interessato da 79 Aree Naturali Protette, per un totale di superficie coperta pari a circa 250 mila ettari che corrispondono a più del 12% del territorio regionale. Tra queste aree sono inclusi, oltre a tre parchi nazionali, 16 parchi regionali, 4 riserve naturali statali, 30 riserve naturali regionali, 2 aree marine protette e ben 24 monumenti naturali fino ad oggi riconosciuti ed istituiti dalla Regione ai quali si andranno presto ad aggiungere i nuovi cinque monumenti 

Lascia un commento

I campi contrassegnati con il simbolo (*) sono obbligatori. Codice HTML base è permesso.